Ibm testa i chip da 7 nm

ComponentiWorkspace
Ibm testa i chip da 7 nm
3 0 Non ci sono commenti

Ibm ha realizzato processori sperimentali con transistor funzionali, frutto di processi di produzione a 7nm

IBM ha annunciato che la sua divisione ricerca ha realizzato processori sperimentali con transistor funzionali frutto di processi di produzione a 7nm. Ibm è il primo vendor nell’industria dei semiconduttori a produrre chip a 7 nm.

Ibm testa i chip da 7 nm
Ibm testa i chip da 7 nm

Ibm ha raggiunto questo risultato, grazie a partnership con GlobalFoundries e Samsung, fra gli altri, lavorando al College of Nanoscale Science and Engineering del SUNY Polytechnic Institute di New York, dove IBM ha annunciato di fare base per la ricerca ingegneristica sui semiconduttori.

Secondo Ibm, lo sviluppo dei chip 7nm rappresenta una sfida realistica per l’industria dei semiconduttori.

Gli ultimi chip per server vengono prodotti con processi a 22nm e 14nm, mentre i processori da 10nm sono nella pipeline, ma finora il processo di produzione a 7nm era rimasto fuori portata, a causa di una serie di “barriere tecnologiche fondamentali”, secondo l’azienda.

IBM ha usato una combinazione di nuove tecnologie per scavalcare questi ostacoli,  esclusi i transistor a canale silicio-germanio e la litografia a multi-livello Extreme Ultraviolet (EUV).

Così Ibm ha raggiunto un miglioramento di area di scala del 50% rispetto alla tecnologia oggi più evoluta, quella a 10nm, ancora non arrivata sul mercato.

Secondo Intel, la Legge di Moore, fresca della celebrazione dei 50 anni d’età, ha ancora 10 anni di vita. I primi chip a 10nm non arriveranno prima del 2017, invece che nel 2016.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore