IBM torna alle origini, ma in compagnia di Linux

Workspace

Dopo anni IBM decide di tornare a produrre dei Mainframe

Sembrava una partita definitivamente persa, quella dei mainframe contro i PC. E avvenuta allinizio degli anni 80, e ha avuto giocatori celebri come Steve Jobs, Bill Gates e il gigante blu, IBM. La rivoluzione dei PC è stata un sorta di riedizione della rivolta degli schiavi di Spartaco, ma con un finale opposto lo status quo che crolla nella polvere, e il nuovo, il Power to the people, che prende le redini del potere. Sono passati ventanni, e il gigante non fa più paura a nessuno. IBM è una grande azienda, come tante altre, e i suoi Mainframe sono diventati in realtà dei grossi e costosi PC. Ed è da questa posizione dimessa che IBM ci riprova utilizzando Linux come arma definitiva. I suoi nuovi server iSeries e zSeries sono stati progettati per essere qualcosa di più di semplici PC. Intanto montano esclusivamente Linux, sono progettati apposta per Linux. Poi le prestazioni con 50.000$ potete comparvi un server iSeries che è in grado di rimpiazzare ben 15 server tradizionali, di quelli che fanno più o meno tutti i concorrenti di IBM. Con 400.000$, invece, potete comprare uno zSeries, capace di rimpiazzare centinaia di server tradizionali. La decisione di realizzare questi prodotti in controtendenza IBM lha avuto studiando il caso di alcuni grandi provider o data center, che per soddisfare le necessità di calcolo dovevano mettere in rete decine di piccoli PC server, con costi di mantenimento e aggiornamento altissimi. Così, IBM ha dato una spolverata al suo libro dei ricordi e ne ha tirato fuori i prodotti per i quali era leader e li ha fusi con il sistema operativo che più di ogni altro è in grado di spingere lhardware ai limiti. Lunica differenza, oltre alla tecnologia, rispetto ai prodotti di un tempo è la facilità duso che negli ultimi ventanni è certamente diventata un requisito fondamentale.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore