Ibm, una tecnologia dagli ipovedenti migliora la navigazione sui cellulari

Mobility

La tecnologia, mutuata dagli ipovedenti, permette di creare un sito Web leggibile sui piccoli schermi dei cellulari

L’accessibilità Web, da nicchia per esperti, diventa mainstream sul Web mobile: su Internet ciò che è necessario per alcuni, può essere utili per tutti. I ricercatori IBM di Tokyo hanno realizzato una tecnologia, inizialmente messa a punto per gli ipovedenti, che aiuta a creare un sito web leggibile sui piccoli schermi dei cellulari.

La tecnologia non ha ancora un nome, ma vuole estrapolare i contenuti da box e colonne di una pagina Web, senza cambiarli, per presentarli in una sequenza logica. La tecnologia trasforma una classica pagina web bidimensionale in un singolo flusso di contenut i, semplificando la navigazione per le persone che usano i browser vocali.

I vendor di cellulari utilizzano sempre più spesso input e output vocal i, in modo da aiutare gli utenti a usare il telefono in situazioni in cui non possono guardare lo schermo o la tastiera, durante la guida per esempio. Il sistema creato dall’IBM usa frecce di collegamento che segnalano in quale ordine un browser vocale interpreterebbe i contenuti. Per cambiare l’ordine, basta trascinare le frecce sullo schermo.

La tecnologia ha un futuro applicativo anche per migliorare il flusso di lettura di presentazioni, documenti Pdf e contenuti in Flash.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore