Icann apre Internet agli indirizzi in caratteri non latini

NetworkProvider e servizi Internet

All’indomani dei primi 40 anni di Internet, l’organismo Internet Corporation for Assigned Names and Numbers approva la liberalizzazione degli Url, per digitare gli indirizzi Internet non solo in caratteri latini. Si parte con il cinese, il coreano o l’arabo per i suffissi nazionali corrispondenti

E’ finalmente arrivato il gran giorno: Icann, dopo che il Presidente Usa Obama ha segnato la svolta globalizzatrice aprendo Icann al mondo, sposa il multi-culturalismo sul Web. A Seoul è stata approvata la decisione della liberalizzazione dei domini.

Per il momento i nomi di dominio internazionali (i cosiddetti IDN) potranno essere registrati in alfabeti come il cinese, il coreano o l’arabo per i suffissi del paese corrispondente.

C’è dunque aria di “rivoluzione” in casa Icann: l’organismo Internet Corporation for Assigned Names and Numbers approva la riforma degli Url, per digitare gli indirizzi Internet non solo in caratteri latini. Ciò significa che gli indirizzi Internet: dopo l’apertura del Presidente Usa Obama di Icann al mondo , passa la vecchia, ma sempre più attuale e contingente nel mondo del G20 post-crisi, idea di aprire Internet agli alfabeti non latini.

La Cina e la Russia sono di recenti entrati nel salotto buono della Rete. La Cina entra in Icann, consapevole di essere la prima super-potenza online (ha sorpassato da tempo gli Usa), forte di 298 milioni di cyber-navigatori e 17 milioni di domini. La Russia entra come paese invitato.

Adesso la liberalizzazione di Icann permetterà agli utenti di registrare domini scritti in caratteri diversi dall’alfabeto latino. “Abbiamo reso Internet molto più accessibile a milioni di persone in regioni come l’Asia, il Medio Oriente e la Russia” ha spiegato Icann.

Il multi-culturalismo è la nuova frontiera della Rete: dopo lo slittamento , la decisione della liberalizzazione dei domini potrebbe avvenire nei prossimi giorni a Seoul.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore