ICT e i disabili

NetworkProvider e servizi Internet

Nuova iniziativa dell’Unesco: «ICT e persone disabili».

Oltre il 10% della popolazione mondiale è portatore di una qualche forma di handicap. Le Information and Communication Technologies offrono la possibilità di apportare significativi miglioramenti alla vita di queste persone. Le ITC offre agli individui la possibilità di compensare limitazioni fisiche a funzionali, di accedere al sapere adattando i media digitali alla natura del loro handicap e di favorire la loro integrazione sociale ed economica nelle comunità ampliando lo spettro di attività per loro disponibili. Collaborando con altre istituzioni, l’Unesco si pone l’obbiettivo di realizzare pienamente il potenziale delle ICT in questo senso. L’iniziativa lanciata ieri a Parigi, dal titolo «ICT e persone disabili» è stata presentata nel quadro del convegno di esperti «ICT al servizio delle persone disabili» che si svolge presso la sede dell’Unesco a Parigi. Si riuniscono esperti internazionali, istituzioni sia del settore pubblico che privato e della società civile per elaborare delle linee guida ed un piano d’azione, documenti che serviranno a sviluppare il quadro di iniziative politiche e di progetti pilota in questo campo che dovranno essere supportate dall’Unesco e da altri partners chiave. Inoltre, viene lanciato e attivato un sito Web che fornirà un forum di discussione, attualità, informazioni su politiche e tecnologie relative alle ICT per disabili. Il sito è stato realizzato dall’Unesco in base alle più recenti linee guida in materia di utilizzabilità da parte dei disabili per permettere a ciascuno di sfruttare le possibilità offerte dal web.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore