Idc: 487 miliardi di Gbyte di dati digitali nel 2008

Workspace

Il boom dei dati digitali non si arresta neanche con la crisi: nel 2008 ha messo a segno l’87% di crescita. In rialzo anche lo tsunami digitale dei dati sensibili

Solo l’anno prossimo sapremo se la recessione ha un po’ rallentato oppure prodotto ancora di più l’esplosione di dati digitali, in atto da anni. Idc fotografa il boom dei dati digitali: 487 miliardi di Gbyte di dati digitali nel 2008, in rialzo dell ‘87%. Uno tsunami digitale , come già disse Emc l’anno scorso.

La recessione non contrare la crescita esponenziale dei dati: lo ha svelato Idc a EMC World .

Il 30% dell’informazione creata oggi sono dati sensibili (e cioè tratta dati medici, numeri di carte di credito,dati di e-commerce, video sorveglianza, e documenti legal i), in crescita al 45% entro la fine del 2012.

Il 25% dell’informazione inoltre è “compliance intensive”, e cioè soggetta a regole di authority regolatrici per lo storage e l’accesso.

IDC prevede che tale informazione (inclusi archivi email inmpiegati e dati delle risorse umane), crescerà al 35% dell’universo digitale entro il 2012.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore