IDC: continua la pressione dei tablet sul mercato Pc

AziendeDispositivi mobiliMarketingMercati e FinanzaMobilityWorkspace

La società d’analisi IDC taglia le stime per il 2013. Ancora segno meno nel mercato Pc

Anche nel 2013 il mercato Pc potrebbe registrare una nuova flessione. I motivi del mancato recupero del mercato Pc sono principalmente due: Windows 8 non riesce a trainare il mercato; prosegue la pressione dei tablet, preferiti ai computer. Invece di mettere a segno una crescita del 2.8%, il mercato Pc potrebbe calare dell‘1,3% nel 2013. Le proiezioni di IDC sono chiare e la società d’analisi ha tagliato le precedenti stime.

La flessione dell1,3% segue il declino del 3.7% avvenuto nel  2012, per la prima volta dopo il 2001. L’economia che non riparte, pesa sui budget IT. Il 2012 si è chiuso con il crollo dell’8.3% del quarto trimestre: il peggior trimestre natalizio nella storia hi-tech. Permane la debolezza del mercato Pc.

Il 2012 passerà alla storia anche come il primo anno del calo del mercato Pc nei Paesi emergenti. E se nel 2013 il mercato Pc tornerà ad espandersi nei Paesi in via di sviluppo, la crescita sarà sentata: inferiore all’1%, incapace dunque di compensare la flessione nei mercati maturi. Anche nel 2013 la domanda Pc rimarrà debole: gli utenti chiedono mobilità e prezzi convenienti, per questo preferiscono i tablet ai Pc.

IDC taglia le stime per il 2013: ancora segno meno nel mercato Pc
IDC taglia le stime per il 2013: ancora segno meno nel mercato Pc
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore