IDC: CRM, indagine sulle evoluzioni in corso nelle aziende italiane

Workspace

Alla conclusione di «Customer Management Executive Seminar 2004,
presentati in anteprima i risultati di un’indagine IDC su questo mercato.

I maggiori analisti IDC ed i principali operatori italiani intervenuti in qualità di sponsor del seminario hanno illustrato ai numerosi esponenti delle aziende utenti finali presenti tra il pubblico gli obiettivi, le strategie e i comportamenti posti in atto dalla domanda, oltre ad evidenziare le aree di opportunità attuali e di medio periodo per i vendor ICT, in relazione ai trend emersi nel mercato del CRM (Customer Reationship Management). Nel corso dell’evento sono stati presentati i risultati di un’indagine online, effettuata da IDC Italia nel dicembre 2003, su «La domanda di soluzioni di Customer Relationship Management» presso un campione di circa 496 imprese italiane con almeno 20 addetti, informatizzate e dotate di accesso a Internet ed operanti in tutti i principali settori industriali. L’indagine è stata condotta con lo scopo di analizzare i più recenti trend di adozione di soluzioni di CRM. «L’area applicativa del CRM resta uno dei segmenti più interessanti, con buoni tassi di crescita previsti per i prossimi cinque anni», ha dichiarato Arianna Gagliardi, Senior Research Analyst, IDC Italia. «Sul fronte della domanda, le aziende utenti tendono sempre più a cercare sul mercato un partner che possa accompagnarle nell’implementazione di un sistema di CRM dalla fase iniziale di analisi fino alle fasi finali d’installazione e assistenza. Sul fronte dell’offerta, i fornitori di tecnologia si posizionano sul mercato con sempre maggiori competenze consulenziali, quali la gestione delle campagne e l’analisi della base Clienti». Dall’indagine IDC emerge che non è più tempo di grandi progetti: le aziende preferiscono puntare su progetti di scala più modesta: quasi il 50% del campione ha investito o prevede di investire meno di 50.000 Euro. Tali dati possono essere interpretati anche alla luce dei tassi di previsione particolarmente interessanti riscontrati nelle aziende con meno di 100 dipendenti. Anche questo segmento comincia a considerare un investimento in applicazioni di CRM. «La tendenza al consolidamento da un lato, con riferimento alle grandi aziende, e ad effettuare nuovi investimenti dall’altro, in relazione alle medie imprese, è confermata dalle strategie espresse dalle aziende intervistate: la metà del campione si dichiara conservativo e manterrà il livello di investimenti raggiunto, ma il 21% del campione dichiara un budget per il CRM in aumento», ha affermato Antonio Romano, IDC Vice President. «Le dinamiche analizzate mostrano un consolidamento degli investimenti nelle aree del Call Center Tradizionale ma maggiori opportunità per le aree del Marketing e della Customer Analysis».

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore