IDC fiduciosa sul futuro dello storage

DataStorage

Una nuova analisi della società prevede che l’industria degli hard disk
continuerà nei prossimi anni a registrare interessanti crescite

Recenti analisi di IDC hanno confermato che il 2005 ha rappresentato un anno record per l’industria mondiale degli hard disk, sia in termini di distribuzione sia di guadagno. In particolare, i punti chiave individuati da IDC che hanno decretato i risultati dell’anno appena concluso sono:

– Le spedizioni complessive di unità HDD sono aumentate fino a sfiorare i 381 milioni di unità, registrando un aumento del 24.4% rispetto all’anno precedente

– Il guadagno complessivo si è attestato a 27.9 miliardi di dollari, migliorando il precedente record di 27.8 miliardi fatto registrare nel 1997

– Il 2005 si è confermato anno record anche per quanto riguarda la tecnologia degli hard disk. Sia il modello più piccolo del mondo da 0.85 pollici, sia quello con la maggior capacità da 500GB sono infatti stati messi in commercio nel corso del 2005.

Secondo le previsioni IDC quindi, nel corso dei prossimi anni, l’industria degli hard disk dovrebbe riuscire a migliorare ulteriormente i record fatti registrare nel corso del 2005, questo nonostante le inevitabili transizioni di tecnologie già in atto e destinate a concretizzarsi già nel corso di quest’anno. Anzi, in alcuni casi, come già analizzato in precedenti occasioni, l’affermarsi di nuove tecnologie e di nuove soluzioni, alternative agli hard disk, potrebbe spronare proprio la richiesta di questi ultimi. Infatti, le nuove soluzioni e le nuove tecnologie si proporranno sicuramente, e almeno nella fase iniziale, con costi superiori a quelle degli hard disk, aumentandone la competitività. I fattori da considerare per comprendere meglio l’andamento generale dell’industria degli hard disk nei prossimi anni sono fondamentalmente due: da una parte le nuove tecnologie di storage incentiveranno l’adozione di formati fisici di hard disk sempre più piccoli, mentre l’indiscriminato aumento della quantità di dati da archiviare premierà formati di disco con capienza sempre maggiore. Sostanzialmente, il risultato della nuova ricerca di IDC ipotizza le seguenti evoluzioni:

– La distribuzione globale di unità Hdd potrebbe superare i 3 miliardi nel corso del periodo 2005-2010

– Il formato da 3.5 pollici continuerà a appresentare il formato maggiormente richiesto e distribuito fino al 2010

– I drive di classe desktop continueranno a generare introiti significativi (superiori all’80% per alcuni fornitori di Hard Disk)

– Ovviamente anche l’elettronica di consumo destinata agli hard disk dovrebbe registrare un 23.7% CAGR sempre nel periodo 2005-2010

Conclusioni IDC conferma un roseo futuro per il settore storage occupato dagli hard disk. In particolare, nell’ultimo rapporto ha confermato l’ottimo andamento del segmento nel corso del 2005. Attenzione che per spiegare gli ottimi risultati degli hard disk non ci seve focalizzare solamente sulle soluzioni destinate ai server e ai personal computer, in quanto questi componenti di storage trovano applicazione anche in numerosi altri prodotti di largo consumo, come per esempio i decoder e/o le soluzioni per l’home theatre. Il segmento maggiormente attivo nel corso dell’anno appena passato è stato infatti, con un +8,3%, proprio quello dei lettori e registratori da tavolo che hanno visto un fiorente mercato nelle soluzioni dotate di hard disk. Questo andamento ha fatto sì che le aziende produttrici di dischi rigidi si siano adeguate a standard differenti di quelli finora necessari al solo segmento dei PC. Fra le nuove richieste sicuramente va considerata l´aderenza a specifiche di rumorosità più bassa e di maggiore affidabilità.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore