IDC: Le banche risparmiano con Internet ed apps

AziendeMercati e Finanza
IDC: Le banche risparmiano con Internet ed apps
1 5 Non ci sono commenti

Interagire con i clienti, ha un costo medio per singola operazione bancaria. In filiale costa 3,5 euro per interazione, con ATM 0,35 euro. Ma è via Web e Mobile che si generano i maggiori risparmi. I consigli di IDC alle banche per affrontare la trasformazione digitale

Le banche vivono non solo tempi difficili (fra sofferenze e scarsi utili), ma devono anche affrontare nuove sfide, legate alla “trasformazione digitale“. Sappiamo che le banche sono sempre più social e presenti sia in Rete che su Mobile, grazie ad apps utili per effettuare numerose operazioni, via smartphone o tablet.

IDC: Le banche risparmiano con Internet ed apps
IDC: Le banche risparmiano con Internet ed apps

La società d’analisi IDC ha calcolato i risparmi generati da Internet ed apps nel settore bancario, scoprendo che interagire con i clienti, ha un costo medio per singola operazione bancaria: in filiale costa 3,5 euro per interazione, con ATM 0,35 euro, ma è via Web e Mobile che si generano i maggiori risparmi. Investire sulla Rete e le apps serve dunque alle banche per tagliare i costi.

Fra l’altro, da un recente studio condotto da Goldman Sachs sul retail banking, si evince che il 33% dei Millennials crede che nel giro di 5 anni non avrà più necessità di una banca tradizionale.

E poiché le banche risparmiano con Internet ed apps, la trasformazione digitale conviene.

Da un altro report di Idc, infine, emerge che “i fenomeni che secondo le aziende italiane” stanno impattando di più sull’evoluzione dell’infrastruttura IT “sono nell’ordine la virtualizzazione (60%), il cloud pubblico (38%) e il cloud privato (35%). La mobility segue al quarto posto con il 26%”. Solo una corretta e adeguata evoluzione dell’infrastruttura IT sottostante, in particolare server e storage, permette di sostenere le sfide di un mondo che si trasforma sempre più velocemente, evitando il rischio di trasformare l’IT aziendale in un “gigante dai piedi di argilla”, “potente a vedersi, ma non in grado nel medio-lungo periodo di reggere le sfide”.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore