IDC: Mercato Pc in declino e mercato tablet in modesta crescita nel 2015

AziendeMercati e Finanza
Idc prevede mercato Pc in declino e mercato tablet in lieve crescita
4 0 Non ci sono commenti

Secondo la società d’analisi IDC, la flessione del mercato Pc è più ampia del previsto, mentre il mercato tablet dimezza le stime di crescita. Anche Intel conferma la debole domanda aziendale di Pc

Windows 10 arriverà solo in autunno, entro la fine dell’anno, in tempo per lo shopping natalizio, ma non per far tornare il segno più nel mercato Pc. Un mercato Pc, la cui flessione potrebbe sfiorare il 5% nel 2015, mentre il mercato tablet cresce di appena due punti percentuali. Lo prevede la società d’analisi IDC.

Idc prevede mercato Pc in declino e mercato tablet in lieve crescita
Idc prevede mercato Pc in declino e mercato tablet in lieve crescita

Secondo Idc, infatti, il mercato Pc potrebbe sentire la pressione del dollaro forte, che incide negativamente sull’export, e l’assenza di nuovi prodotti, almeno fino al debutto di Windows 10.

Le vendite di Pc crolleranno del 4.9% nel 2015, peggio del -3,3% previsto in precedenza. Anche Intel conferma l’outlook negativo e nel primo trimestre taglia le previsioni di un miliardo di dollari a causa di una debole domanda corporate di Pc.

L’anno scorso, la fine del supporto di Windows XP aveva trainato il mercato Pc, aiutandolo a stabilizzare le vendite. Ma ora le aziende aspettano Windows 10 per effettuare l’upgrade. Il mercato Pc non vedrà ripresa finché Microsoft e Intel non sfodereranno i nuovi prodotti a fine 2015.

Nei mercati emergenti è invece più accentuato il passaggio ai dispositivi mobili. Anche in quei Paesi in cui la crescita economica è robusta, la scelta fra smartphone e PC, privilegia il Mobile al desktop. Lo smartphone è il first device, il dispositivo numero uno nei mercati emergenti.

Ma a dimezzare la crescita è anche il mercato tablet. Le vendite di tavolette, secondo le previsioni, cresceranno di un modesto 2.1%, totalizzando 234.5 milioni di unità, in calo rispetto al 5.2%.

Le previsioni di Idc includono anche i cosiddetti ibridi, i laptop/tablet noti come “2-in-1”. IDC conferma il rallentamento nella prima metà dell’anno, mentre dal terzo trimestre dovrebbe sprigionarsi l’effetto Windows 10 unito al lancio, slittato, di un iPad a schermo più ampio.

In particolare difficoltà risulta Apple, che non ha in portafoglio 2-in-1: l’iPad a gennaio ha registrato il quarto trimestre consecutivo in flessione. A cannibalizzare le vendite di tablet sono i phablet e gli smartphone ad ampio schermo (i Big screen). Ma i tablet devono contendersi la scena anche con gli ultrabook, i notebook sempre più sottili e leggeri.

Il mercato tablet è aumentato del 52.5% nel 2013. L’incremento è sceso al 4.4% nel 2014. Ora la crescita potrebbe dimezzarsi al 2.1% nel 2015.

Infine, diamo uno sguardo alle quote di mercato di Apple e Microsoft. Nel 2015 il market share di Apple iPad calerà dal 28% al 26%. Grazie al Surface Pro e a Windows 10, le quote di mercato di Microsoft dovrebbero salire dal 5% di un anno fa al 14% nel 2019.

Queste percentuali non avranno un impatto negativo sui profitti di Apple, l’azienda con maggior valore di capitalizzazione in Borsa: con 18 miliardi di dollari di utili, Apple può sopportare la flessione di iPad. Tuttavia, se non dovesse decollare Apple Watch, l’azienda di Cupertino aumenterebbe la propria dipendenza dalle vendite di un unico prodotto, l’iPhone.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore