IDC prevede una crescita considerevole di utenti di MMS.

MobilityNetworkWlan

Entro il 2007, 67 milioni di utenti con camera phone e 29 milioni gli abbonati senza possedere un camera phone.

L’evoluzione rappresentata dal servizio di brevi messaggi di testo (SMS) e dall’instant messaging (IM), sarà ulteriormente favorita dai servizi di messaging multimediale, altrimenti conosciuti come MMS, che consentono l’invio e la ricezione di fotografie, caratteri animati, contenuti creati dall’utente, registrazioni vocali e addirittura video clip. Secondo le previsioni elaborate da IDC, il tasso di crescita annuo di abbonati ai servizi MMS sarà del 178% fino al 2007, per un totale di 67 milioni di abbonati dotati di camera phone e 29 milioni di utenti che sottoscriveranno un abbonamento pur senza possedere un camera phone. Nel relativo studio, IDC ha suddiviso il mercato in due fasce: la fascia di abbonati che disporranno di un camera phone e la fascia di chi si abbonerà al servizio senza disporne. Gli utenti dotati di dispositivi abilitati agli MMS con fotocamera diventeranno entro la fine del prossimo anno la fascia principale di consumatori di MMS. «La chiave di volta del successo di questo mercato sarà la capacità di trasferire agli utenti mobili la consapevolezza dell’utilità dell’adozione di questi servizi» sostiene Scott Ellison, direttore della divisione Wireless and Mobile Communications di IDC. «La velocità con cui ciò accadrà dipende direttamente dalla disponibilità e dai costi dei dispositivi e del servizio stesso, dalla facilità di utilizzo dell’interfaccia degli MMS, dalla interoperabilità.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore