IDC: salgono gli investimenti IT delle PMI

AziendeMercati e Finanza
IDC: salgono gli investimenti IT delle PMI
1 1 Non ci sono commenti

Gli investimenti in hardware faranno la parte del leone, ma questo segmento crescerà meno rispetto al software e ai servizi IT. Entro il 2020 il software supererà l’hardware come comparto di maggior spesa. Le previsioni di IDC per le Pmi

Le piccole e medie imprese (PMI) investiranno soprattutto in software nei prossimi cinque anni. Lo prevede la società d’analisi IDC. Le PMI messe sotto la lente sono più medie che piccole, essendo imprese sotto i mille dipendenti. Si stima un budget IT da 564 miliardi di dollari nel 2016 con un incremento medio previsto del 4,2% annuo, fino a raggiungere i 668 miliardi nel 2020.

Gli investimenti in hardware faranno la parte del leone, ma questo segmento crescerà meno rispetto al software e ai servizi IT. Entro il 2020 il software supererà l’hardware come comparto di maggior spesa. A marcia ridotta viaggiano i servizi, ovvero i servizi IT in senso stretto e servizi di business associati.

Secondo IDC nell’arco dei cinque anni presi in esame, il 38% del budget delle PMI sarà da attribuire alle medie aziende (da 100 a 499 dipendenti), mentre le imprese di dimensioni maggiori (500-999 dipendenti) e minori (1-99) si spartiranno equamente il rimanente 62%.

IDC: salgono gli investimenti IT delle PMI
IDC: salgono gli investimenti IT delle PMI

Sotto il profilo geografico, spetterà alle PMI statunitensi il maggior giro d’affari (circa il 30% del totale globale). Ma poiché la quasi totalità delle aziende europee rientrano nella categoria di PMI, si tratta di “un mercato relativamente grande che ora sta compiendo la transizione al digitale” e che nel 2016 avrà investito circa 154 miliardi di dollari in IT.

Il budget hardware sarà riservato a dispositivi per le Tlc, PC e periferiche. L’investimento in software andrà dedicato ad applicazioni e in particolare in ambienti Enterprise Resource Management (ERM), Customer Relationship Management (CRM) e software associato ai contenuti. Inferiore sarà la spesa in sviluppo applicativo e di software infrastrutturale. A trainare i servizi sarà l’outsourcing: application management, applicazioni in hosting, gestione delle infrastrutture, Business Process Outsourcing.

L’adozione di tecnologie innovative come IoT, robotica, stampa 3D e sistemi cognitivi consentiterà alle PMI europee di internazionalizzarsi e, secondo IDC, sta generando una domanda di competenze digitali in tutti i mercati verticali.

Whitepaper – Sei interessato ad approfondire l’argomento? Scarica il whitepaper Dai una svolta alla tua carriera nel campo delle reti

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore