AziendeMercati e Finanza

Idc: Triplica il mercato smartwatch nel 2015

Idc: Triplica il mercato smartwatch nel 2015
1 5 Nessun commento

Apple Watch traina le vendite della tecnologia indossabile. Il mercato triplica le vendite, secondo la società d’analisi Idc

Nel 2015 il mercato smartwatch ha triplicato le vendite. Lo ha rilevato la società d’analisi Idc, secondo la quale Apple Watch ha trainato le vendite della tecnologia indossabile.

Idc: Triplica il mercato smartwatch nel 2015
Idc: Triplica il mercato smartwatch nel 2015

La Wearable tech cresce sull’onda del successo dei braccialetti per il fitness e di dispositivi iconici come l’orologio intelligente di Apple.

Nella classifica dei top vendor del mercato smartwatch, spicca Fitbit che, grazie a un’ampia gamma di braccialetti smart, vanta il 27% di market share. Segue il testa a testa fra la cinese Xiaomi ed Apple, rispettivamente al 15,4% e al 14,9% di quote di mercato. Samsung detiene il 4%, posizionandosi al quinto posto, dopo Garmin.

Nel 2015 le vendite di smartwatch erano in rialzo del 127% rispetto allo stesso periodo del 2014. Nel quarto trimestre, Fitbit ha registrato il 29,5% di market share, mentre Apple ha messo a segno il 15% e Xiaomi deteneva il 9,7%.

Secondo Idc, nel 2016 i fattori che più influenzeranno il mercato della tecnologia indossabile saranno le apps, il design e gli accordi nel mondo della moda.

Samsung lancerà presto una versione 3G/cellular di Gear S2 classic, il primo smartwatch al mondo ad essere dotato di eSIM certificata GSMA, la SIM virtuale integrata nel dispositivo indossabile, per rendere l’utente libero di cambiare operatore, senza cambiare fisicamente la SIM sull’orologio.

ITespresso è il sito di tecnologia dedicato a tutti coloro che sono appassionati dei trend del mercato IT, non solo di nuovi prodotti (smartphone, tablet, app innovative…) ma anche dei fenomeni che stanno cambiando il modo di lavorare: virtualizzazione, collaboration, cloud, byod. Attento alle innovazioni apportate dal mondo social, ITespresso guarda con interesse le dinamiche dei social network, da Facebook a Google, dando consigli e strumento concreti anche alle piccole e media imprese per utilizzare l’IT a vantaggio del business.

Seguici