Il 2005 dell’Ict visto da 12 saggi

NetworkProvider e servizi Internet

Alcuni protagonisti della cultura Ict in Italia presentanol’anno che verrà, ripercorrendo gli ultimi 50 anni di storia dell’informatica

Fine anno: tempo di previsioni. anche l’Ict vuole il suo oroscopo. Luigi Dadda e altri protagonisti della cultura Ict in Italia presentano l’anno che verrà sullo speciale di Media2000 che ripercorre gli ultimi 50 anni di storia dell’informatica. A cinquant’anni dall’installazione, al Politecnico di Milano, del primo calcolatore italiano, Media Duemila ha chiesto a dodici saggi, tra cui Luigi Dadda, l’uomo che si occupò del trasferimento in Italia di quel calcolatore, di presentare il 2005 dell’Ict in Italia. Il risultato è un numero di Media Duemila da collezione, oggi nelle edicole, in cui la storia della tecnologia italiana fa da sfondo alle previsioni per l’anno che verrà. I dodici saggi sono personaggi che operano a vario titolo nell’ICT interpretandone le varie applicazioni concrete nel campo della ricerca e dell’università, del business e delle imprese, del consumo domestico e nei servizi al cittadino: Edoardo Boncinelli (Università Vita-Salute di Milano), Bruno Lamborghini (Presidente di Eito-European Information Technology), Angelo Raffaele Meo ( docente al Politecnico di Torino, oggi esperto presso il MIUR e il MAP), Luigi Caruso (Presidente ed AD di Enterprise Digital Architects), Pierluigi Ridolfi (Membro Collegio CNIPA e Presidente della Commissione Interministeriale per l’impiego delle ICT a favore delle categorie deboli), Guido Salerno (Direttore Generale Fondazione Ugo Bordoni), Vincenzo Tagliasco (docente di bioingegneria, già esperto presso il MURST, l’UE e l’OCS), Giampiero Gramaglia (giornalista), Ludovico Ciferri (Mobile Internet Capital Inc. di Tokyo e Visiting Professor presso la Graduate School of International Management di Tokio), Leonardo Santi (Presidente del Comitato Nazionale per la Bio-sicurezza e le Biotecnologie della Presidenza del Consiglio dei Ministri), Francesco Silvano (per anni ai vertici dell’industria Ict italiana, oggi Presidente dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù).

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore