Il 21 marzo si terrà il nuovo evento Apple, fari accesi su iPhone SE

MobilitySmartphone
Il 21 marzo si terrà il nuovo evento Apple, fari accesi su iPhone SE
1 2 Non ci sono commenti

Stando alle indiscrezioni degli ultimi mesi, Apple dovrebbe presentare il nuovo iPhone SE, un nuovo smartphone da 4 pollici, un nuovo iPad e forse qualcosa di più. Solo le dimensioni saranno ridotte, senza sacrificare le funzionalità

Il 21 marzo Apple dà appuntamento a un nuovo evento, in cui – stando alle indiscrezioni degli ultimi mesi – dovrebbe presentare il nuovo iPhone SE, un nuovo smartphone da 4 pollici, un nuovo iPad e forse qualcosa di più.

Il 21 marzo si terrà il nuovo evento Apple, fari accesi su iPhone SE
Il 21 marzo si terrà il nuovo evento Apple, fari accesi su iPhone SE

Sono trascorsi solo sei mesi da quando Apple ha svelato  iPhone 6S, iPad Pro, i nuovi design di Apple Watch e la versione aggiornata iOS 9, ma da settimane si ipotizza un rallentamento delle vendite del mercato smartphone nella fascia top di gamma, soprattutto mentre si colgono segnali di rallentamento dell’economia globale e di quella cinese. E l’azienda di Cupertino potrebbe correre ai ripari con un modello di iPhone da 4 pollici, un iPad Pro più piccolo e forse nuovi Watch band (l’upgrade, secondo i rumor, potrebbe comprendere il supporto a FaceTime).

Il nome del nuovo smartphone dovrebbe essere iPhone SE (invece di 5SE o 6C, come ipotizzato in precedenza): non sarà un modello low-end (Apple non sarà mai economica), ma un misto fra il 6 e il 6S ma racchiuso nel corpo dell’iPhone 5. Solo le dimensioni saranno ridotte, senza sacrificare le funzionalità. Secondo Blommberg, avrà il processore A9 come il 6S e la fotocamera sul retro da 8 Megapixel (e frontale per i selfie da 1.2 Megapixel) come il 6.Il design prevede un vetro che curva ai bordi, creando l’effetto di bordi arrotondati visti nel6 e nel 6S; altrimenti, riprenderà l’estetica sempre valida del 5 e del 5S.

Secondo le previsioni, Apple potrebbe venderne 12 milioni di pezzi, ad un prezzo tra i 400 ed i 500 dollari.

L’azienda guidata dal Ceo Tim Cook dovrebbe includere il sensore per le impronte digitali Touch ID e la tecnologia NFC per diffondere l’uso di Apple Pay, il sistema di m-payments con cui si potrà fare il pieno di carburante in 6.000 delle stazioni di servizio di ExxonMobil. L’app mostrerà quali pompe di benzina si trovano nelle vicinanze e consentirà di scegliere un numero di pompa per evitare le code; i guidatori selezionano il tipo di carburante, riempiono il serbatoio e, alla fine delle operazioni, l’applicazione chiederà l’autorizzazione per il pagamento tramite Apple Pay, tramite il riconoscimento dell’impronta digitale. Apple Pay vanta 12 milioni di utenti in tutto il mondo attivi al mese, mentre Google Pay come Samsung conta circa 5 milioni di utenti attivi al mese.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore