Il bando al gambling straniero ha l’Ok della Ue

Autorità e normativeNormativa

L’Unione europea afferma che è lecito bloccare i siti web stranieri di gioco d’azzardo, per ridurre il crimine

Il gioco d’azzardo online è in grande crescita, ma un verdetto della Corte suprema stabilisce che gli stati Ue possono mettere al bando i siti stranieri di gambling (gioco d’azzardo).

Riceve un brusco stop la sfida legale dei gruppi di scommesse online ai monopoli di stato sulle scommesse.

Il verdetto nasce da un contenzioso tra la portoghese Santa Casa e Bwin, proprietario del sito Betandwin.com.

Corte di giustizia europea ha affermato che “il divieto imposto ad operatori come bwin che offrono giochi d’azzardo tramite Internet può essere giustificato dall’obiettivo di lotta contro la frode e la criminalità“.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore