Il Belgio condanna Google

CyberwarSicurezza

L’accusa era di violazione dei diritti degli editori di giornali. Nel
frattempo spopola in Rete un manifesto politico anti BigG presa di mira perché
non tutela la privacy online

Non sono i giorni migliori di Google:News Corp, Viacom, Sony, Time Warner, Walt Disney e Nbc accusano il motore di ricerca di complicità con i pirati ; la BigG è al centro di un manifesto politico che punta il dito sul lato oscuro del search engine; infine Google deve incassare una debacle giudiziaria in Belgio. Iniziamo da quest’ultima vicenda, che riguarda Google News, l’aggregatore di notizie del motore di ricerca finito nel mirino di 17 giornali belgi e tedeschi: Google è stato condannato in primo grado dalla giustizia belga per violazione del copyright degli editori di giornali. La sentenza impone al motore di ricerca di rimuovere dal proprio sito tutto il notiziario. Google è stata citata anche nel 2005 dall’Afp per analoghi motivi. Il search engine, re del Nadsaq, deve però affrontare non solo guai giudiziari, bensì un nuovo nemico che si è addirittura materializzato in un manifesto politico anti Google. Due studenti tedeschi, Ozan Halici e Guenther Mayer, hanno girato un video, ora su YouTube, sul lato oscuro della BigG , che rende troppo trasparenti le vite degli individui. L’algoritmo messo a punto da Brin e Page e la strategia di business di Eric Schmidt sono ?sul banco virtuale degli imputati? di monitorare tutte le fonti di informazione e di regolarne la distribuzione, rendendo le vite degli utenti online trasparenti: a tutto discapito della privacy. Le affermazioni contenute nel video su YouTube sono accuse pesanti e le fonti non sembrano essere state verificate. Tuttavia in un’economia di mercato, forse è giunto il momento di una maggiore trasparenza da parte della BigG (prima che che diventi bersaglio in negativo come da anni è Microsoft). Infine una sana concorrenza nel mercato dei search engine sarebbe auspicabile per tutti, Google innanzitutto.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore