Il blocco degli 899 è pronto

NetworkProvider e servizi Internet

Dal primo ottobre scattano le misure contro i numeri a sovrapprezzo che hanno generato il fenomeno delle bollette gonfiate

Tiscali già da metà luglio blocca i numer i 144 e 899, e, a metà settembre, anche Telecom Italia ha iniziato a bloccare le chiamate a 144, applicando la direttiva del Garante delle comunicazioni. Da domani, primo ottobre, per ordine dell’Authority Tlc, i numeri che gonfiano le bollette vengono disabilitati in tutta Italia: finalmente trasparenza e tutela dei consumatori sbarcano nelle bollette telefoniche dei consumatori.

Da domani gli utenti saranno più tutelati contro i numeri pericolosi come 144, 166, 482, 483, 484 e 899: se non vorranno proteggersi, dovranno scegliere l’opzione di disabilitare il blocco. Rimarrà invece accessibile il numero usato per la beneficenza, il 485.

I numeri delle truffe e dei raggiri telefonici (144, 166 eccetera) smetteranno di costituire una minaccia alle bollette degli utenti.

L’AgCom ha risposto alla sospensione del Tar, programmando il blocco automatico delle chiamate verso i servizi a sovrapprezzo dal primo ottobre. In un primo tempo sarebbe dovuto partire da fine giugno.

Il provvedimento si è reso necessario a seguito della recente ordinanza del Tar del Lazio che ha sospeso il precedente sbarramento che era fissato per il prossimo 1° luglio“, sottolinea una nota del Garante.

L’AgCom scopre, inoltre, il bello della pubblicità: darà vita a una pervasiva e tempestiva campagna informativa (spot televisivi, annunci sulla stampa e sui siti web, comunicazioni in bolletta, opuscoli eccetera) “al fine di stroncare il fenomeno dell’addebito di traffico truffaldino nelle bollette telefoniche“.

Di’ la tua in Blog Cafè: 899, 144, 166… dal primo ottobre stop ai numeri pericolosi

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore