Il body guard diventa virtuale

Autorità e normativeSorveglianza

Il guardaspalle oggi difende la reputazione in Rete

Basta con le malignità sui blog e le indiscrezioni imbarazzanti. I vip avranno il body guard virtuale, un guardaspalle in Rete per difendere la reputazione dell’assistito anche su Internet. I nuovi esperti di pubbliche relazioni insabbiano le tracce, rendono più difficile trovare le pagine scottanti, nascondo le informazioni e diffamazioni su Web. I tribunali, ingolfati di richieste (ricordate il Diritto all’oblio richiesto dal nostro ex Gatrante della Privacy?), non sanno come muoversi. Il body guard virtuale è un Reputation Defender preparato per evitare che i “Googlizzati” abbiano memoria troppo lunga di cose che sarebbe stato meglio dimenticare. In fondo un lifting su un motore di ricerca è meno invasivo di un bisturi.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore