Il braccio di ferro tra Nvidia e Intel

ComponentiWorkspace

In attesa di risolvere la disputa giudiziaria, Nvidia sospende lo sviluppo dei chipset per i processori Intel di ultima generazione come Nehalem

Intel ha appena presentato la serie Core “i” (i3, 15, and i7), con tecnologia Direct Media Interface (Dmi), ma Nvidia non investirà nel settore Dmi. In attesa di risolvere la disputa giudiziaria fra Intel e Nvidia, Nvidia sospende lo sviluppo dei chipset per i processori Intel di ultima generazione come Nehalem.

Intel e Nvidia sono ai ferri corti in tribunale per una querelle sulle licenze. Al centro della battaglia giudiziaria sono le licenze per i processori Nehalem.

La contesa di Nvidia verte sul fatto che il suo precedente accordo di licenza le permette di produrre chipset per l’ultimo processore, mentre Intel nega gli accordi di licenza siano validi per la nuova linea di chip, equipaggiati con i memory controller integrati. A febbraio Intel ha fatto causa a Nvidia. E ora Nvidia ha congelato i chipset per Nehalem.

Secondo Nvidia le licenze nulla hanno a che fare con la disputa. Invece al centro dello scontro sarebbe la battaglia sui processori grafici. Al cuore del problema è lo scontro fra Cpu e Gpu: le Cpu avrebbero fatto il loro corso, e il mercato Pc sta spostandosi rapidamente verso le Gpu. Nei sistemi GPGPU, Nvidia Fermi deve vedersela con la concorrenza di Amd e Intel: Amd sta entrando nell’arena con la piattaforma ATI Stream , mentre Intel sta integrando le GPU nei general processing con il suo prossimo chip Larrabee .

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore