Il carica batterie universale dal 2010 in Europa

Mobility

La Ue ha finalmente convinto una decina di vendor di telefonia a sottoscrivere un provvedimento ufficiale: la nuova generazione di cellulari utilizzerà una presa Micro Usb in grado di garantire la compatibilità

Stop alla giungla di carica batterie: oggi gli accessori non richiesti per i telefonini affollano le discariche con migliaia di tonnellate di rifiuti in Europa ogni anno. L’accordo è stato sottoscritto da: Nokia, Sony Ericsson,

Motorola, Apple, Lg, Nec, Qualcomm, Research in Motion, Samsung e Texas Instruments. L’intesa porterà a realizzare in Europa cellulari compatibili con un carica batterie standard. Dal 2010.

Il provvedimento per creare a livello europeo un unico modello di carica batterie per cellulari, già ribattezzato l’euro-caricabatterie, sarà basato su una norma Ue comune sfruttando una presa Micro-Usb standard in grado di assicurare la compatibilità. I carica batterie potranno essere usati soltanto per i telefoni abilitati al traffico dati (smartphone rispetto ai cellulari tradizionali).

Uno studio del 2006 indicava in 50 milioni i caricabatterie inservibili, e da cestinare, ogni 20 mesi solo in Francia. L’idea è dell’europarlamentare italiano, il radicale Marco Cappato, che ha fatto richiesta di un solo caricabatterie, venduto separatamente, che sia compatibile con più marche. Basta viaggiare con una valigia piena di caricabatterie, uno per ogni familiare. In Europa l’Usb risolverà il dramma dei trenta caricabatteria diversi per 500 milioni di cellulari.

L’Europa, oltre all’euro, al roaming mobile Ue e al mercato comune, avrà (forse) anche un caricabatteria universale. Un’innovazione dalla parte dei consumatori europei.

Lrggi lo speciale: L’Euro-caricabatterie sarà Usb e unico

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore