Il centro commerciale virtuale stuzzica gli italiani

E-commerceMarketing

Crescono gli internauti che si affacciano allo shopping center di ArielCenter.it. Il sito ha tracciato anche un identikit dell’acquirente medio: uomo di 38 anni del nord Italia e grado di istruzione medio alto

A un anno dal suo sbarco sul Web, ArielCenter.it, il primo centro commerciale italiano virtuale in 3D, ha fatto proseliti tra gli internauti, toccando, secondo rilevazioni Alexa, la soglia delle 70 mila visite mensili e raggiungendo un traffic rank pari a 308 mila.

Questo primo anno di attività ha anche permesso ad ArielCenter.it di tracciare un identikit dell’utente tipo che si reca allo shopping center per fare un acquisto o confrontare opinioni e pareri con gli altri visitatori. È in prevalenza uomo, sui 38 anni, proviene dal nord Italia è ha un livello di istruzione medio-alto. Questo individuo ha un interesse per l’abbigliamento, gli accessori e l’arredamento (28%), gli alimentari (23%), l’elettronica e l’informatica (22%), lo sport, i viaggi e il tempo libero (20%) (le percentuali indicate si riferiscono al rapporto tra le impression erogate e il numero dei click).

Cresce anche l’interesse da parte della aziende che hanno un e-shop e che desiderano entrare a fare parte di ArielCenter: la domanda maggiore proviene da realtà medio grandi e in minoranza da quelle piccole, ancora timorose di fare un investimento in Internet.

Rispetto ai dati ancora poco confortanti dell e-commerce in Italia , ArielCenter sta conquistando sempre più internauti, puntando su uno spazio virtuale semplice e intuitivo che propone una vasta offerta di prodotti con il plus di mettere in vetrina solo aziende di qualità “Shopping Lovers”e di coinvolgere gli utenti in diverse iniziative.

Una di queste iniziative è , un concorso lanciato recentemente per invogliare l’utenza a utilizzare il canale Web, facendo presa sui vantaggi innegabili della Rete: risparmio, velocità, comodità e anche ecologia con il “Green It”. “Sappiamo di non essere i primi a lanciare un concorso a premi– ha spiegato Alessandra Vit, General Manager di Anauel Group, società di Pordenone specializzata in servizi Internet – ma sicuramente siamo tra i pochi che mettono a disposizione buoni consistenti (fino a un valore di 1.000 euro) da spendere in qualsiasi e-shop e senza nessun vincolo, se non semplicemente quello di effettuare un acquisto su Internet”.

Con lo scopo di dare un servizio rapido ed efficace a chi fa commercio online, Anauel Group, la società che gestisce il progetto, ha recentemente attivato, il sito inglese di ArielCenter ( www.arielcenter.co.uk ), un e-shop dove vengono venduti tutti gli spazi commerciali del centro. Un grande vantaggio per chi vuole aprire rapidamente una vetrina che è stato apprezzato dal mercato inglese, avvezzo agli acquisti online, ma non ancora adottato in Italia per l’esigenza delle aziende di un confronto diretto con i promotori del centro commerciale.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore