Il Ceo di Google Larry Page riorganizza

AziendeMarketing
Larry Page, Ceo di Google, investe in Calico, azienda di salute e benessere

Ogni singola divisione di Google avrà un unico responsabile. E il bonus dello stipendio sarà legato alle performance del recente servizio Google +1

Larry Page, appena diventato Ceo di Google, ha patteggiato con l’Antitrust Usa per ottenere il via libera all’acquisizione di ITA Software (ma in cambio Ftc potrà ampliare il raggio d’azione su Google) e sta mettendo mano alla riorganizzazione aziendale. I punti fermi della riorganizzazione consistono nel circondarsi di manager fidati per la solidità. Ogni singola divisione di Google avrà un unico responsabile.

Page sarà accompagnato dal team composto da Andy Rubin (Android), Vic Gundotra, Sundar Pichai, Salar Kamangar, Alan Eustace e Susan Wojcicki (responsabile del comparto advertising e sorella della moglie di Sergey Brin). I responsabili conquistano maggiore indipendenza decisionale, ma rischiano anche di più.

Inoltre Larry Page ha deciso di associare il bonus sullo stipendio legandolo al successo social di Google +1, la recente iniziativa social che il motore di ricerca utilizza per sfidare il bottone “Mi piace” di Facebook. Il social pulsante +1 non è un social network né una toolbar, ma un bottone che appare vicino a ciascun risultato delle proprie ricerche online. Cliccando su +1 possiamo esprimere il nostro apprezzamento. In più, possiamo sbirciare sui gusti dei nostri amici vedendo a quali risultati gli amici hanno conferito il loro +1.

Google vuole conoscere il gradimento dei siti per indirizzare meglio l’advertising online. Secondo TechCrunch è solo l’inizio del progetto +1. Mentre Google detiene circa il 13% del segmento banner del mercato advertising  Usa nel 2011, Facebook dovrebbe avere il 22%.

L. Page e S. Brin di Google
L. Page e S. Brin di Google
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore