Il Ceo di Siebel lascia

Aziende

Tom Siebel, a capo della multinazionale da 26 anni, ha deciso di
lasciare la carica di Ceo e di mantenere quella di chairman.

E’ l’anno dei “quasi” pensionamenti illustri. Dopo Michael Dell che la lasciato la carica di Ceo nella sua società, ora è la volta di Tom Siebel, fondatore e Ceo di Siebel da ben 26 anni. Anche Siebel ha deciso di ricoprire solamente la carica, pressoché onoraria, di chairman, lasciando ad altri la guida concreta della multinazionale. Al suo posto, è stato nominato Michael Lawrie, che ricopriva la carica di senior vicepresidente di distribuzione e vendite in Ibm. Il cambio della guardia ha generato ovviamente altre sostituzioni in Ibm, tra queste l’arrivo di John Joice nella divisione Global service, mentre Douglas Elix ha preso il posto di Lawrie. Siebel lascia la società in buona salute. Attualmente la multinazionale, che opera il 124 nazioni, conta almeno 90mila dipendenti, con un fatturato da 1.35 miliardi di dollari. Con questa mossa, Siebel, con molta intelligenza, intende probabilmente dare alla società un’immagine meno padronale e più rispondente alle esigenze del mercato attuale. Soprattutto in considerazione delle sue dimensioni e delle sue potenzialità.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore