Il Cfo è il capitano che guida il nuovo modello organizzativo

AziendeMercati e Finanza
0 0 Non ci sono commenti

Alessandro Evangelisti, finance & supply chain cloud evangelist di Oracle, ha spiegato l’evoluzione del ruolo del Cfo in azienda alla luce della trasformazione digitale

Il passaggio generazionale che la trasformazione digitale impone a ogni azienda è doveroso. Ma chi è il ‘capitano’ che deve guidare il nuovo modello organizzativo? Il Cfo. Queste sono alcune delle considerazioni che Alessandro Evangelisti, finance & supply chain cloud evangelist di Oracle, ha spiegato per dare una connotazione più puntuale su come cambia il ruolo dei professionisti aziendali del finance.

I Cfo, negli ultimi anni, hanno ricoperto un ruolo più strategico per quanto riguarda la pianificazione e modellazione aziendale. La successiva fase è iniziare a utilizzare i dati a disposizione per progettare le linee guida che definiranno le future azioni dell’organizzazione aziendale. “L’efficienza e l’innovazione sono il carburante della crescita di un’impresa – ricorda – ma come innovare per crescere? Abbassare i costi e aumentare i ricavi ed è qui che si colloca l’opportunità tecnologica. Quando si risolve il trade off si risolve il problema tecnologico”.

Alessandro Evangelisti
Alessandro Evangelisti

Come convergono le tecnologie nel modello organizzativo aumentato? “Alla base ci sono i dati – spiega Evangelisti – il substrato su cui poggia la ricchezza digitale di un’azienda: si parla di dato liquido. Su questo dato poggiano il value focused, ossia la creazione di valore; poi la cibernetica, per cui le aziende utilizzano le informazioni di tutti gli elementi produttivi e delle macchine, si pensi al concetto di industria 4.0 e poi sono predittivi. Le aziende utilizzano i dati per costruire le interpretazioni della realtà, utilizzando stati di avanzamento sull’intelligenza artificiale. Questo è il cappello per costruire un’azienda responsive”.

Una figura strategica che non deve essere attenta solo ai costi ma anche ai ricavi è il supply chain director, figura che Evangelisti ha citato come esempio di figura inserita in un contesto che vede cambiare prospettiva. “Il piano e l’esecuzione devono essere collegati, nel mondo digitale, e per fare questo si deve passare attraverso l’industrializzazione 4.0. L’azienda tipica manifatturiera è quella che deve avere device connessi, equipment, cespiti di nuova generazione, possibilità di connessione a una pianificazione in cloud e, da tutto questo,partono nuovi modelli di organizzazione e novità commerciali. Ed ecco che una figura come il data scientist diventa strategico e fondamentale”.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore