Il cloud traina a doppia cifra gli utili di Intel

AziendeCloudDispositivi mobiliMarketingMercati e FinanzaMobility

Intel registra ricavi in crescita a due cifre per l’anno. Bene anche la trimestrale grazie ai chip per server

Nonostante il fenomeno tablet sul segmento consumer, Intel mette a segno una buona trimestrale grazie ai chip per server. Paul Otellini, Ceo di Intel, ringrazia il fatto che tablet e smartphone, nel cui mercato Intel entrerà nel corso dell’anno, stanno comunque trainando le vendite dei processori per server. Merito del Mobile e del cloud computing, in sintesi

Intel archivia il 2010 con ricavi a quota 43.6 miliardi di dollari (in crescita del 24% rispetto al 2009) e per il trimestre ha totalizzato 11.5 miliardi di dollari. Gli utili sono balzati del 48% a 3.39 miliardi di dollari, pari a 59 centesimi per azione contro i precedenti 2.28 miliardi di dollari, o 40 centesimi per azione.

Anche l’annuncio di Microsoft di portare Windows 8, non fa paura a Intel. Finita l’era del dominio dell’architettura x86, ora è tempo di Mobile. E il Ceo Paul Otellini promette che porterà chip Intel a basso consumo sulla prossima generazione di Windows e sul Mobile. Nel frattempo Intel ricorda che il mercato smartphone e tablet hanno bisogno di Web apps e programmi nel cloud: in ultima analisi, di data center su cui server girano i chip di Intel.

Al Ces Intel ha presentato la seconda generazione di Core i3, i5 e i7 con architettura Sandy Bridge. La prossima frontiera di Intel è il passaggio da 32 a 22 nanometri.

Windows 8
Windows 8
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore