Il co-fondatore Jerry Yang lascia Yahoo!

AziendeManagementMarketingNomine
Yahoo!, trimestrale deludente

Ex Ceo e co-fondatore di Yahoo, Jerry Yang, se ne va. Quale futuro si prospetta per Yahoo?

Insieme a David Filo fondò il motore di ricerca Yahoo! nel 1995. Pioniere di Internet, ex Ceo di Yahoo!, prima dell’arrivo di Carol BartzJerry Yang passerà alla storia come colui che rifiutò un’Opa, targata Microsoft, da 44,6 miliardi di dollari. Yang lascia Yahoo! che vale meno della metà dell’Opa rifiutata, circa 20 miliardi di dollari. Nell’era del nuovo Ceo,  l’ex presidente di PayPal, Scott Thompson, Yang se ne va e Yahoo guadagna il 3%.

Riporta Reuters che gli azionisti lo accusano di aver perseguito una personale visione inefficace e di aver impedito investimenti che avrebbero potuto aiutare Yahoo! a competere prima con Google, poi con Facebook. Con Google, Yahoo! ha perso la sfida dei motori di ricerca: ormai nel mercato della ricerca online è stato sorpassato anche da Bing, con cui Yahoo! ha per altro un accordo decennale (siglato all’epoca del penultimo Ceo, Carol Bartz). Facebook ha da oltre un anno strappato a Yahoo! lo scettro del mercato banner, quei display advertising che neanche Google era mai riuscito a contendere a Yahoo!. Invece con il 17.7% di share del mercato Usa, Facebook nel 2011 ha superato il 13.1% di Yahoo! (fonte: EMarketer).

Wall Street vede l’uscita dello “Chief Yahoo” Jerry Yang come la via per infondere finalmente linfa nuova in Yahoo!: cash in arrivo dai private equity (in vista c’è un accordo con Silver Lake, in cordata con Microsoft; oppure con TPG Capital), oppure un’intesa di sell off della quota del 40% della cinese Alibaba. Alibaba è il capitolo più brillante ascrivibile a Jerry Yang: se oggi Yahoo! possiede il 40% di Alibaba, il portale cinese valutato 17 miliardi di dollari, è merito del rapporto fra Yang e Jack Ma di Alibaba.

La percezione fra gli azionisti era che Jerry (ndr, Yang) fosse più focalizzato nel cercare di riscostruire Yahoo che sulla  necessità di massimizzare il valore di Yahoo! a breve termine” ha detto a Reuters Ben Schacter, analista di Macquarie. Altri analisti hanno sottolineato che tutti gli azionisti “vorrebbero che ogni co-fondatore fosse uno Steve Jobs“, ma ciò evidentemente non è possibile. Yang lascia tutti i suoi ruoli dentro la società e perfino il posto nel board (anche di Yahoo Japan e Alibaba). Yang possiede il 3.69% di Yahoo, mentre l’altro co-fondatore Filo il 6%. Per Yahoo!, senza Yang, inizia ora una nuova era. In quale direzione ancora non lo sappiamo.

Jerry Yang lascia Yahoo

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore