Il computing secondo Microsoft

Aziende

Microsoft ha intenzione di dedicare attenzione alle scienze computazionali, dedicando al settore sostanziosi investimenti. Annunciata la beta di Windows Compute Cluster Server 2003.

“?Il technical computing è fondamentale per le molte scoperte che influenzano la qualità della nostra vita, dalla produzione di automobili e aerei più sicuri ed efficienti alle problematiche relative alla salute mondiale e ai cambiamenti ambientali?”. Queste sono le parole dette da Bill Gates, chairman e chief software architect di Microsoft, di fronte a oltre settemila partecipanti alla conferenza dedicata al ruolo del computing nelle scienze. Data l’importanza attribuità al settore, Microsoft ha deciso di voler investire in modo significativo in questo ambito e ha annunciato di sostenere numerosi progetti presso 10 centri di ricerca universitari nel mondo. L’industria del software, secondo Gates, può contribuire in modo sostanziale alla ricerca scientifica e all’innovazione ingegneristica, in modo da rendere il technical computing più semplice e produttivo. A questo proposito, la società ha annunciato la disponibilità della versione beta 2 di Windows Compute Cluster Server 2003, che verrà rilasciato in versione completa entro il primo semestre 2006. Sempre in quest’ottica, Microsoft ha inoltre annunciato di voler investire in prodotti e sistemi che possono aiutare le aziende a migliorare gli ambienti It. Sono previsti maggiori investimenti verso la virtualizzazione a 64 bit, il Virtual server 2005 R2, nell’High performance computing e in nuovi prodotti adibiti per il system management. “?Stiamo scommettendo molto sulla tecnologia a 64 bit – ha dichiarato Bob Muglia, senior vice presidente Microsoft server and tools – e per questo stiamo collaborando a stretto contatto con i nostri partner per offrire ai clienti una transizione graduale, senza problemi, in modo che possano iniziare a rendersi conto dei vantaggi che derivano dall’utilizzo diffuso della tecnologia a 64 bit”.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore