Il Congresso Usa legalizzerà l’iPhone crackato e il jailbreak

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e FinanzaNormativa

Vittoria per l’Electronic Frontier Foundation (Eff): il jailbreak non violerà più il copyright

Sta per finire l’era dell’hacking di nascosto dell’iPhone: il jailbreak verrà legalizzato negli Usa, grazie a una revisione del Digital Copyright Millennium Act (Dmca). La tecnologia cambia e si evolve alla velocità del battito d’ali di una farfalla: verranno revisionati anche i metodi per aggirare la crittografia del DVD, sbloccare i lucchetti del gestore del cellulare e per bypassare altre protezioni di contenuti ( compreso il text-to-speech sugli e-book reader).

Gli smanettoni del Dev- Tea tireranno un sospiro di sollievo e godranno dunque di una vita tranquilla negli Stati Uniti: il Congresso Usa legalizzerà l’iPhone crackato e il jailbreak non violerà più il copyright. Si tratta di una vittoria dell’Electronic Frontier Foundation (Eff), il privacy-rights group di San Francisco.

Molti utenti utilizzano il jailbreak per scaricare le applicazioni preferite e non solo quelle approvate da Apple su App Store. Apple ha venduto quasi 60 milioni di iPhone dal 2007, e vanta 225,000 Web apps in download su App Store.

iPhone 4 con il case in regalo
iPhone 4 con il case in regalo
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore