Il convegno Univideo dà i numeri all’arte del Dvd

Management

Ecco i risultati e i dati dell’Home Video in Italia, da un convegno organizzato da Univideo presso l’Università di Milano Bocconi

Il Dvd sta godendo di successi a ripetizione, ma sta anche vivendo una parabola in ascesa all’insegna del paradigma della tripla evoluzione: il Dvd, secondo Univideo, non è soltanto un prodotto, ma anche mercato e contenuto. Presso l’Università di Milano Bocconi si è tenuto un convegno, organizzato da Univideo nel quadro degli appuntamenti organizzati nel 2004 per celebrare il ventennale dell’Unione Italiana Editoria Audiovisiva, intitolato L’arte del Dvd. Ecco cosa è emerso al convegno di Univideo sull’industria dell’Home Video. Innanzitutto è stato accertato che sono buone le performance del mercato del Dvd, ma in Italia non crescono i consumi culturali correlati e inoltre va colmato il gap legato alla mancanza della cultura della proprietà intellettuale. Il mercato del Dvd in Italia continua la sua ascesa e a rappresentare un’offerta valida e di alta qualità, in un mercato che propone sempre nuove forme di intrattenimento. Sono circa 5 milioni le famiglie italiane che possiedono un Dvd. Il prodotto Dvd in Italia è apprezzato non solo per la qualità di immagine ma anche per gli extra che lo stesso offre: dalla possibilità di avere tracce sonore multilingue, ai sottotitoli (che rendono il prodotto utilizzabile anche ai non udenti), dall’individuazione immediata delle scene topiche ai numerosi extra content presenti, che richiedono un lungo e attento lavoro per la realizzazione del materiale nel caso di film contemporanei (dalle interviste ai backstage), piuttosto che di ricerca per i classici (tagli, scene non montate, spezzoni dell’epoca). Univideo inoltre, nel perseguire la sua attività di salvaguardia del settore, si è posta come obiettivo per il prossimo anno un incremento del mercato dell’home video e dei consumi culturali, in un settore in continua evoluzione e attento all’innovazione e che fornisce occupazione a circa 17.000 lavoratori. L’ultimo appuntamento previsto per la celebrazione dei 20 anni si terrà il prossimo 9 dicembre nel corso di una serata di gala presso la Casa del Cinema di Roma.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore