Il direttore dello Sdmi lascia

Management

Leonardo Chiariglione, direttore dello Sdmi, ha intenzione di ritornare a tempo pieno allo Cselt

Leonardo Chiariglione ha annunciato la sua intenzione di lasciare lincarico di direttore esecutivo del Sdmi (Secure Digital Music Initiative). La decisione è stata resa nota a Los Angeles in occasione del primo Sdmi meeting del 2001. La decisione è stata presa perché Chiariglione avrebbe intenzione di dedicarsi a tempo pieno alle attività dello Cselt, il Centro di Ricerche Telecom in cui lavora fin dal 1971. Fondato nel dicembre del 1998, lSdmi nasce per lo sviluppo di uno standard che garantisca la distribuzione della musica in formato sicuro anche sulle piattaforme digitali. Sembra che linventore del formato Mp3, era già sul punto di andarsene lo scorso dicembre, dopo i risultanti incerti dellHack Sdmi che avrebbe dimostrato come i sistemi fino a quella volta proposti dal consorzio, non garantissero un ottimo livello di sicurezza. Più di qualche partecipante al contest, riuscì infatti a craccare il sistema. Inoltre il direttore ha incontrato troppi ostacoli nellorganizzare gli incontri tra case discografiche, produttori hardware e software-house che a loro volta hanno spesso degli interessi contrastanti nello sviluppo di tecnologie proprietarie. In ogni caso, Chiariglione ha ufficialmente smentito i dissapori allinterno dello Sdmi, affermando che la sua scelta di lasciare è dettata dal fatto che vede lo Cselt come il suo primo lavoro.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore