Il diritto di downgrade a Windows Xp si allunga al 2020

ManagementMarketingSistemi OperativiWorkspace

Il 45% dei Pc aziendali usa ancora Windows XP SP2: è tempo di upgrade. Ma con il diritto di downgrade a Windows Xp esteso

Oggi termina l’era di Windows Xp Sp2 e Microsoft cerca di forzare l’upgrade a Windows 7 anche per motivi di sicurezza. Ma il pensionamento di Xp Sp2 non significa che Xp sparisca completamente: Microsoft assicurerà il rilascio di aggiornamenti e patch di sicurezza per Windows XP Service Pack 3 (Sp3) fino al 2014.

Inoltre Microsoft riserva la possibilità di downgrade a Xp entro il 2020: garantita ai possessori di Windows 7 Professional o di Windows 7 Ultimate preinstallati su Pc (OEM).

Ma secondo Softchoice è tempo di upgrade a Windows 7: sul 45% di tutti i Pc gira ancora Windows XP SP2, mentre gira sul 10% dei Pc del 77% delle imprese. Un po’ troppo per un sistema operativo ormai vecchio. Windows 7 ha venduto 1.509 milioni di licenze dallo scorso ottobre e Microsoft ha appena rilasciato Windows 7 Sp1 in Beta.

Dì la tua in Blog Café: Il 13 luglio Microsoft forza il passaggio a Windows 7

Windows 7 Sp1 in beta
Windows 7 Sp1 in beta
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore