Il dominio iCloud.com forse venduto a Apple

CloudMarketingNetwork

Se sarà confermato l’acquisto del dominio iCloud.com da parte di Apple, forse è il segno che anche Apple vuole sbarcare nel mercato cloud e del Software as a service (Saas). A pasrtire da iTunes sulla nuvola in streaming

Apple avrebbe comprato il dominio iCloud.com per 4.5 milioni di dollari. Lo riporta GigaOm. Anche nell’era del cloud, la febbre da Internet contagia il mercato domini. Ma l’acquisto eventuale di iCloud.com mette l’accento sull’interesse di Apple verso il cloud computing, un mercato in grande crescita nell’era di smartphone e media tablet. Secondo Forrester il mercato cloud si moltiplicherà per sei nel giro di un decennio: crescerà dai 40 miliardi di dollari di oggi a 241 miliardi di dollari entro il 2020. Oggi l’incertezza economica traina il cloud; Forrester spiega che le aziende cercano l’agilità e la flessibilità che questi servizi promettono. Il taglio dei costi è un fattore importante, ma la flessibilità dei servizi cloud è un elemento chiave.

Forse Apple vuole salire sulla nuvola come Amazon, Google e Microsoft? Forrester mette in luce che le vendite di software as a service (SaaS) traineranno la crescita del cloud. SaaS detiene la metà dell’attuale mercato cloud, ma la crescita s’impennerà nel 2016 per poi registrare una crescita più lenta. Anche il mercato delle infrastrutture come servizio (IaaS) sta crescendo in maniera forte con EC2 e Rackspace,  ma il picchio dovrebbe verificarsi entro  il 2014 a quota 5.9 miliardi di dollari, per poi declinare man mano che la competizione sui prezzi e commoditisation eroderà i valori. Invece il segmento delle platform as a service (PaaS) e dei business process as a service (BPaaS) avranno un’iniziale crescita, per maturare rapidamente.

Se sarà confermata la notizia di questo acquisto da parte di Apple, è la prova che anche iTunes in versione cloud è finalmente alle porte: dopo mesi di indiscrezioni, il servizio di musica in streaming di Apple è sulla rampa di lancio. Apple ha già ordinato a Isilon (di EMC) 12 Petabyte di storage, in quanto iTunes cloud permetterà agli utenti di archiviare le proprie collezioni musicali nel servizio di Apple e di accedervi da ogni dispositivo e da ogni luogo.

Tra i domini più cari, ultimamente acquistati, c’è Sex.com acquistato per 13 milioni di dollari. Secondo VeriSign i domini Internet sono cresciuti del 6.3% attestandosi a un totale di 205.3 domini Internet: solo nell’ultimo trimestre sono stati registrati 3.5 milioni di nomi a dominio, con un incremento dell’1,7% sul terzo trimestre del 2010.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore