Il Drm di Vista fa a pugni con la sicurezza

CyberwarSicurezza

Intanto emerge un problema per il Dns di Windows 2000 e 2003

Microsoft inciampa in due falle di sicurezza, una riguarda il Drm di Windows Vista; nel secondo caso è stato bucato il servizio Dns di Windows 2000 e 2003. Andiamo con ordine. Il Drm implementato da Microsoft permetterebbe di inibire processi, compresi quelli di sicurezza: malintenzionati potrebbero realizzare exploit maligni sfruttando questa limitazione. McAfee e Sophos si dicono preoccupate, in quanto la gestione dei diritti digitali di Windows Vista potrebbe favorire la diffusione di malware.

Nel frattempo Microsoft è alle prese con una vulnerabilità in Windows Server DNS: la vulnerabilità zero-day colpisce Windows 2000 Server Service Pack 4, Windows Server 2003 e Windows Small Business Server 2000 e 2003. L’advisory di Microsoft spiega che l’interfaccia di remote procedure call (RPC) potrebbe subire un buffer overflow. Il rischio sarebbe limitato.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore