Il fascino dei Tablet

LaptopMobility

La loro diffusione è stata un po’ lenta, ma i Tablet Pc offrono alcuni
vantaggi rispetto ai notebook. Ecco tutti i dettagli su questi sistemi,in
modo che possiate fare una scelta ben ponderata

Microsoft aveva grandi speranze per il suo sistema operativo Tablet Pc utilizzabile con uno stilo. Purtroppo sembra che i comuni utenti debbano ancora convincersi dei vantaggi che offre. Sull’altro versante, alcune aziende hanno investito tempo e denaro nello sviluppo di un sistema basato su tablet, ma molte altre hanno voltato le spalle a questo mercato per dedicarsi ai normali notebook. Per il momento esistono due categorie di prodotti in questo segmento di mercato. La prima è quella dei “veri” tablet, che sono privi di tastiera e assumono la forma di una tavoletta. L’input viene fornito usando uno stilo oppure tramite del software a comandi vocali, mentre nella maggior parte degli altri aspetti questi dispositivi funzionano come dei normali notebook. I tablet convertibili, che costituiscono la seconda categoria, sono leggermente più complessi: si tratta di normali notebook ai quali viene aggiunto uno schermo girevole o rotante che si può posizionare a faccia in su contro la tastiera. Questi dispositivi consentono l’input tramite stilo e l’uso dei comandi vocali, ma forniscono anche il supporto (spesso particolarmente critico) di una tastiera integrata e – in alcuni casi – di un drive ottico. Entrambe queste tipologie di sistemi sono caratterizzate da numerosi vantaggi e svantaggi. Per esempio, uno dei limiti più evidenti dei convertibili è che il peso, spesso, è tale da condizionarne l’uso come tablet. Usare una macchina di questo tipo sfruttando come solo appoggio il braccio può non essere molto comodo, oppure può non essere semplicemente sostenibile a lungo. Occorre considerare anche eventuali aspetti psicologici. Un convertibile spesso corre il rischio di essere visto da molti utenti come un normale notebook con in più solamente la capacità di gestire l’input tramite penna. La maggiore complessità di queste versioni rispetto ai tablet “puri”, legata sia all’aspetto meccanico per il display rotante, sia dalla presenza della testiera, contribuisce, inoltre, ad aumentare i costi. Molti utenti, in base a questo confronto sommario, hanno preferito optare per un normale notebook. In realtà le funzionalità che rendono interessanti i tablet per svariate applicazioni sono legate proprio a elementi come l’uso con la penna e il relativo sistema di riconoscimento della scrittura, l’input vocale, e a un peso contenuto che ne permette l’impiego come un blocco per gli appunti. Per contro, proprio alcuni di questi aspetti costituiscono un ulteriore vincolo visto che il sistema operativo Tablet PC non è ancora stato localizzato per tutte le lingue più diffuse. Le prove Nelle pagine che seguono potrete trovare la descrizione di quattro unità. Abbiamo preso in considerazione per la valutaizone elementi come il rapporto qualità/prezzo, le prestazioni e l’usabilità, in modo da determinare se sia opportuno acquistare un computer di questo tipo. Per le prestazioni, abbiamo utilizzato una gamma piuttosto articolata di benchmark. Le performance con i più diffusi programmi applicativi sono state misurate utilizzando i Sysmark 2002 di Bapco. Nelle tabelle dei risultati trovate sia l’indice complessivo, sia i valori dei due gruppi Internet content creation e Office productivity. Oltre ai Sysmark abbiamo usato anche i test 3Dmark 2001 per valutare separatamente le prestazioni delle sezioni grafiche utilizzate. Se infatti molte macchine usano la grafica integra nel chipset, altre dispongono di un processore grafico più sofisticato e in grado di fornire performance migliori, soprattutto in ambito 3d. L’ultimo test, non certo per ordine di importanza, è quello inerente l’effettiva autonomia delle batterie.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore