IL FATTO DEL GIORNO: Vendite piatte per Lenovo

AziendeMercati e Finanza

Negli ultimi trimestri il produttore cinese registra un appiattimento delle
vendite, pur guadagnando quote di mercato e rimanendo profittevole.

Fatturato piatto per Lenovo negli ultimi trimestri. La causa sarebbe da imputare alla forte pressione dei prezzi sul mercato statunitense e all’attuale situazione della supply chain. Ma, precisa William Amelio, ceo della multinazionale, l’azienda soffrirebbe soprattutto dell’incapacità di rilasciare abbastanza rapidamente i prodotti. Amelio ritiene che lenovo stia facendo notevoli progressi, ma c’è ancora molto lavoro da fare. Nell’ultimo trimestre Lenovo ha registrato un fatturato di 3.7 miliardi di dollari, a fronte di 3.65 miliardi registrati nello stesso periodo del precedente esercizio fiscale. I profitti sono stati di 38 milioni contro i 45 del passato. Le quote di mercato del marchio sono cresciute nel periodo dal 7.7% del passato all’attuale 7.8%, ma la maggior parte delle attività rimangono in Cina. Uno degli obiettivi è quindi incentrato sul rafforzamento del marchio negli altri mercati. Per questo Lenovo sta cercando di ampliare le proprie attività di marketing. Un supporto significativo potrà derivare dalla recente partnership siglata con la National Basketball Association e con la sponsorizzazione della prossima edizione delle Olimpiadi che si svolgerano in Cina. Amelio, nel presentare i risultati, ha inoltre espresso la volontà di migliorare la supply chain entro i prossimi 18 mesi. Non ha invece dato alcuna indicazione riguardo al proseguimento dell’uso del marchio Ibm sulla propria linea prodotti.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore