Il fattore M, come Mobile

MobilityNetworkWlan

Skype è una delle aziende che sta aggredendo il mercato dei servizi e dati in movimento, ma anche altre start up si muovono verso un futuro mobile. L’e-ticketing è dietro l’angolo grazie a Samsung?

Alla Demo Mobile che si è tenuta in California la scorsa settimana è emerso che il futuro dei dispositivi mobili ruota tutto intorno ai dati e ai servizi a cui essi consentiranno accesso. Non si sceglierà più un dispositivo solo perchè piccolo, maneggevole e dall’aspetto all’avanguardia, bensì ci interessarà acquistarlo solo se effettivamente ci permetterà di accedere a determinati servizi. L’executive producer dell’evento Demo Mobile, Chris Shipley, ha asserito che il futuro appartiene alla generazione in movimento e senza fili, purché i dispositivi mobili siano service based computing. Ciò significa che dovrà esistere un sistema in grado di trasferire applicazioni e dati da una piattaforma complessa a un dispositivo semplice d’uso e alla portata di chiunque. L’onere di questo lavoro è nelle mani dei service provider che dovranno liberare l’utente finale da ogni complessità di sistema per permettergli di interagire con i dati in modo sempre più usabile. L’azienda Vazu ha per esempio mostrato applicazioni che consentono a un utente di tellefono cellulare di aggiungere un nuovo numero telefonico alla rubrica, da un Sms, semplicemente facendo clic su un’icona. Per quanto riguarda Skype invece, la versione mobile dei suoi software appartiene a un piano strategico dell’azienda volta a cogliere l’arrivo dell’innovativo standard WiMax per il wireless a banda larga. E non a caso WiMax è stato al centro dell’ultimo forum Idf di Intel. Il vecchio m-commerce potrebbe infine essere alla svolta storica: Samsung è pronta a coniugare la tecnologia Nfc (Near field communication) di Philips, dando la luce a Nfs. Anolagamente a Bluetooth, ma meno cara, la tecnologia Nfs promette di di effettuare pagamenti con il cellulare, addebitandone i costi sulla carta di credito dell’utente. Ma ancora è tutto da vedere.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore