Il festival ICT 2015 fa il punto sull’Agenda digitale in Italia

Autorità e normativeNormativa
Il festival ICT 2015 fa il punto sull’Agenda digitale in Italia (in foto: Federico Lagni)
1 9 Non ci sono commenti

La terza edizione del festival ICT 2015 accende i fari su Mercato Unico Digitale e Agenda Digitale

L’Italia si posiziona al 25º posto su 28 Stati membri dell’Unione europea (UE), in tema di sviluppo delle tecnologie digitali. I confini nazionali ostacolano il mercato unico digitale, una delle priorità fondamentali della Commissione europea guidata da Juncker. L’Italia sconta ancora numerosi ritardi: l’analfabetismo digitale (assenza di e-skills), il divario digitale tra le regioni del Nord e del Sud Italia, la mncanza di infrastrutture adeguate nell’era della banda ultra larga, il ritardo nell’e-commerce eccetera. La terza edizione del festival ICT 2015 accende i fari su Mercato Unico Digitale e Agenda Digitale, per fare il punto sui passi necessari per azzerare i principali ostacoli allo sviluppo delle tecnologie ICT e alla diffusione di competenze e professionalità digitali.

Il festival ICT 2015 fa il punto sull’Agenda digitale in Italia (in foto: Federico Lagni)
Il festival ICT 2015 fa il punto sull’Agenda digitale in Italia (in foto: Federico Lagni)

Il festival ICT 2015 costituisce un momento di incontro e confronto tra professionisti ICT ed aziendali coinvolti nei processi innovativi. Saranno presenti imprese italiane e straniere, associazioni, enti, istituzioni, testate giornalistiche, esperti e professionisti indipendenti.

Il festival ICT guarda ai Cio, Cto, It Manager, Network Engineer, Security Manager, Project Manager, System Administrator e, in generale, tutti i professionisti che ruotano attorno al mondo dell’Ict, così come amministratori delegati, manager, imprenditori, finance manager, responsabili ufficio acquisti e decine di altre professionalità legate ai processi innovativi in azienda.

L’evento in cifre: circa 5 mila metri quadrati di superficie disponibile, 1 sala in più e la facilità di raggiungere il MiCo grazie alla nuova fermata metropolitana Portello della linea lilla M5, a pochi metri dalla sede; Federico Lagni, co-founder & Event Manager di festival ICT, vorrebbe raggiungere i 1.250 partecipanti contro i 1.100 dello scorso anno.

Anche nell’edizione 2015 il festival ICT ha dedicato una sala alla privacy grazie alla collaborazione con Federprivacy, oltre a una sala laboratori.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore