Il file sharing illegale continua a prosperare

NetworkProvider e servizi Internet

I recenti legal crackdown che hanno fatto chiudere i battenti a noti sistemi P2p non sembrano fermare gli utenti illegali

I dati resi noti da XTN Data fotografano un file sharing illegale in continua crescita, che non si lascia sfiorare dalle sentenze della Corte Suprema statunitense contro Grokster, dalla chiusura di tanti sistemi P2p e tanto meno dalle crociate legali della Riaa contro gli utenti. Il file sharing illegale Usa può contare su 52 milioni di utenti, contro appena 3500 casi di azioni legali. Nonostante il successo dei jukebox legali di musica, il 58% degli utenti illegali del P2p ritengono il download legale troppo costoso, il 41% ne trova difficoltoso l’uso, il 43% ne contesta la vendita di musica di scarso interesse. In crescita, presso un quarto degli utenti, è inoltre il download di film, Dvd e contenuti televisivi. La lacuna di servizi di video download sta infatti spingendo nel file sharing illegale. L’11% degli utenti infine cerca nel P2p titoli di giochi per Pc e console. GTA: San Andreas, Rome: Total War and The Sims 2. GTA: San Andreas hanno registrato una media di 75 download all’ora, durante il monitoraggio di XTN Data.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore