Il filtro cinese dentro i Pc, viola il copyright

Autorità e normativeNormativa

Greem Dam è accusato di aver copiato il software filtro di Internet CyberSitter

Greem Dam, la nuova Grande muraglia virtuale, potrebbe essere nei guai. Greem Dam è accusato di aver copiato il software filtro di Internet CyberSitter.

Il Pc censore, è la nuova frontiera della censura cinese: dopo il Grande Firewall, il partito comunista cinese, che per il ventennale di Tienanmen, ha faticato non poco a bloccare Twitter e i siti scomodi, chiede adesso ai Pc di censurare il Web direttamente. Dal primo luglio Pechino chiede che un software su tutti i Pc venduti in Cina, blocchi l’accesso a certi siti (soprattutto pornografia online). Il software si chiama “Green Dam-Youth Escort” (Diga Verde-Scorta della Gioventù) e combatterà contro i siti scomodi: si parte con la lotta alla pornografia online.

E’ la stessa cosa. Loro ci stanno rubando materiale protetto da diritti di proprietà, ce lo mandano negli Usa dicendoci che lo vogliono (installato) in tutti i computer che mandiamo loro“, afferma Brian Milburn, presidente della società.

Dell e Hewlett-Packard temono contraccolpi in Occidente, come già successo a Google, YUahoo!, Microsoft e Skype su Internet. I vendor di Pc se adotteranno Greem Dam, saranno nel mirino di osservatori e associazioni umanitarie, che difendono da sempre i cyber-dissidenti cinesi.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore