Il finanziere Icahn esce dal Cda di Yahoo!

Aziende

Carl Icahn è stato uno degli artefici della nomina del Ceo Carol Bartz e della firma dell’accordo decennale fra Microsoft e Yahoo!

Carl Icahn non potrà dire come Giulio Cesare: Veni, vidi, vici, perché la sua incursione in Yahoo! non è stata delle più fortunate, ma per Microsoft è stata funzionale. Il finanziere, raider e activist investor, ha ottenuto quel che voleva: Carl Icahn esce dal Cda e mette la parola fine all’avventura in Yahoo!, dopo un anno di battaglie (compresa una minacciata Proxy fight) nel board of directors dell’Internet company. Carl Icahn è stato uno degli artefici della nomina del Ceo Carol Bartz (e soprattutto delle dimissioni dell’ex Ceo, il co-fondatore Jerry Yang) e della firma dell’accordo decennale fra Microsoft e Yahoo!. Carl Icahn se ne va dal Cda e dice che si occuperà di altro.

Icahn non è riuscito però a strappare l’Opa da 47,5 miliardi di dollari, rifiutata dall’ex Ceo Yang. Già a settembre il finanziere Carl Icahn era sceso dal 5.4 al 4.5% in Yahoo!. La partnership con Microsoft non ha fatto il miracolo al titolo di Yahoo!, dopo il disastroso 2008 e dopo i tagli al personale per 2000 posti di lavoro: tuttavia l’ultima trimestrale ha visto triplicare gli utili di Yahoo! .

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore