Il forum tecnologico Ue a Londra

NetworkProvider e servizi Internet

Le tre parole d’ordine dell’European Information Society 2010 (i2010) messe in agenda sono: deregulation, investimenti e progetti

Si è svolto nella capitale inglese il forum tecnologico Ue che riunisce manager e politici con l’intento di promuovere l’Europa tra le aree leader ella tecnologia entro il 2010. Il progetto European Information Society 2010 (i2010) è ambizioso, e per riuscire si basa su tre capisaldi: la deregulation di alcuni settori Ict per rendere l’Europa un mercato aperto e competitivo; investimenti per superare l’attuale gap europeo; progetti. Una delle priorità emersa al forum tecnologico Ue di Londra è la necessità di eliminare l’anacronistica divisione di licenze per il broadcasting e la trasmissione radio. Una televisione senza frontiere può essere uno dei primi passaggi di i2010: il progetto avrà il compito di ammodernare la distribuzione di media europei. La Commissioone europea dovrà occuparsi, per esempio, di interoperabilità e digital rights management. Nell’Ict inoltre la Ue deve spendere di più in Ricerca e sviluppo, allineandosi a Usa e Asia.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore