Il futuro di Centrino

ComponentiWorkspace

Svelati i dettagli della prossima piattaforma mobile di Intel: sarà dual core

Tra le notizie più interessanti del secondo giorno di lavori di Idf (Intel Developer Forum) che si sta svolgendo a S. Francisco, ci sono quelle sulle prossime piattaforme per portatili. Anand Chandrasekher, vice presidente e general manager del Mobile Platform Group di Intel, ha infatti confermato che Sonoma, nome il codice della prossima piattaforma bata su Pentium M e chipset Alviso, arriverà nel primo trimestre del 2005. Più interessanti le informazioni sul successivo sistema che si chiamerà Napa. Trattandosi di una piattaforma sarà composto da più elementi, e per la precisione da un processore chiamato per ora Yonah, un chipset noto come Calistoga e la sezione wireless Golan. Il processore sarà dual core, dotato cioè di due nuclei, e costruito con un processo produttivo a 65 nanometri ( Dothan è realizzato a 90 nanometri) mentre il chipset integrerà una sezione grafica molto sosfisticata e l’ICH7-M, dotato di sei porte PCI Express e funzioni avanzate per il power management. Nella tre giorni di San Francisco si sta scoprendo qualcosa di più anche rispetto alle anticipazioni sul wireless a corto raggio di Intel. Dopo il chip dual core, è la volta di WiMax. Innanzitutto si chiama Rosedale il primo chipset che supporta WiMax. Lo standard emergente nelle comunicazioni wireless, in codice 802.16, sta per Worldwide interoperability for microwave access; è la nuova tecnologia senza fili che dovrebbe consentire di usare la banda larga non solo nelle grandi città, ma anche nei paesi più sperduti. Campioni di Rosedale di Intel sarebbero già in circolazione presso clienti. Nel frattempo Intel attende il via dal WiMax Forum per ottenere i relativi programmi di certificazione e interoperabilità, entro l’anno prossimo. Intel quindi integrerà questa tecnologia al suo processore Centrino per Pc portatili da immettere sul mercato a partire dal 2006. Secondo Paul Otellini, Coo e presidente di Intel, il WiMax ha molti vantaggi del WiFi, tra cui anche un costo basso, il che potrebbe assicurargli una buona diffusione. Il componente Rosedale sarà installato sulla piattaforma Intel ProWireless 5116 Broadband Interface. Il chip coniuga tutte le funzioni indispensabili a connettere una rete wireless broadband, eccetto le funzioni radio che saranno fornite da terze partii quali Texas Instruments e Smi. Intanto la rivale Amd non sta a guardare. Dopo la prima dimostrazione ufficiale, a Sunnyvale, dei prossimi processori Opteron con doppio core, Amd ha ripetuto la presentazione a S. Francisco. La dimostazione vedeva coinvolte tre macchine dotate di quattro Cpu Opteron dual core, per un totale, quindi, di otto processori al lavoro. Le demo funzionavano sia con sistema operativoLinux che Windows e evidenziavano le possibilità di far lavorare contemporaneamente applicazioni a 32 bit e a 64 bit. Amd ha dichiarato che i primi processori Opteron dual core saranno disponibili nella metà del 2005 e saranno costruite con processo produttivo a 90 nanometri.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore