Il futuro secondo Gartner

Workspace

La società di analisi ha diffuso uno studio sulle tendenze e gli eventi che
porteranno a cambiare il business e il mondo It nei prossimi anni

Sono dieci i punti evidenziati da Gartner nel rapporto stilato dai propri analisti per capire meglio cosa accadrà al mondo It dal prossimo anno in poi, e come cambierà il business. Secondo Gartner, queste previsioni dovrebbero essere prese in seria considerazione dalle organizzazioni e dai professionisti dell’It perché solo in questo modo potranno cogliere le opportunità che il futuro offre, incrementando il supporto ai consumatori in base alle loro esigenze e rafforzando la propria capacità di servizi nei confronti dei clienti, attuali e potenziali. L’analisi evidenzia, entro il 2009, una diminuzione consistente di market share da parte dei maggiori 10 It outsourcers, che registreranno un calo del 40%, che si tradurrà in una diminuzione di fatturato di 5.4 miliardi di dollari. Probabilmente ciò porterà alcuni di essi a cessare la propria attività, perlomeno con il nome usato oggi. Il calo dei grandi contratti, afferma l’analisi, contribuirà ad aumentare la concorrenza e al contempo ad aumentare la pressione sugli outsoucers. Entro la fine del 2007 si prevede che il 75% delle imprese subirà attacchi alla sicurezza sconosciuti, finalizzati da motivazioni finanziarie, rimanendo infettati. Questo tipo di attacchi stanno diventando sempre più frequenti e in grado di cambiare molto velocemente, e le protezioni adottate non sono in grado di tenerle a bada. Vista, il nuovo sistema operativo di Microsoft, sarà vissuto come il più importante rilascio della società. Le future generazioni degli ambienti operativi saranno ancora più modulari e con una maggiore capacità di aggiornamento. L’era dello sviluppo monolitico del software fa parte del passato, afferma Gartner. Un altro punto importante sarà il calo della media del Tco (total cost of ownership), che entro il 2010 subirà una flessione del 50% per ogni nuovo computer. Il futuro sarà inoltre caratterizzato dalle telecomunicazioni. Entro il 2010 il 60% della ?cellular? popolazione mondiale sarà tracciabile attraverso quella che viene definita l’emergente ?follow-me Internet?. Sarà difficile riuscire a regolarizzare norme in grado di proteggere la privacy. Per il 2011, Gartner prevede che le imprese sprecheranno 100 miliardi di dollari acquistando tecnologie e servizi di networking che si riveleranno sbagliati. Le aziende, sostiene, stanno perdendo l’opportunità di costruire reti che possano effettivamente offrire maggiore competizione, allo stesso tempo nei prossimi cinque anni butteranno via ben 100 miliardi. Un altro fattore critico è la capacità dei data center di supportare attrezzature high density. Secondo Gartner entro il 2008, circa il 50% dei data center avrà meno capacità di supportare la crescente richiesta di potenza, e il problema continuerà a crescere, con una probabile risoluzione, o diminuzione, per il 2010.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore