Il Garante della privacy sui siti Web degli enti locali

Autorità e normativeSorveglianza

Trasparenza ma senza pubblicazione di dati sensibili

Un Comune nel procedere all’erogazione di un contributo economico aveva pubblicato sul proprio sito internet la delibera in cui veniva fatto riferimento alla patologia sofferta dal beneficiario, minore d’eta’. Il Garante privacy, in seguito a segnalazione, ha ribadito che l’ente non puo’ rendere pubblici i dati relativi alla salute delle persone individuate che usufruiscono di contributi socio-assistenziali. L’indicazione dell’erogazione di sussidio a favore di soggetti versanti in condizioni di salute problematiche ne rivelava lo stato di salute: pur essendo oscurati nome del beneficiario e tipo di intervento sanitario, le generalita’ del padre e l’indicazione della parentela costituivano informazioni idonee ad individuare il minore e lo stato di salute. [S tudioCelentano.it ]

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore