Il giallo del chip dell’iPod Shuffle

AccessoriWorkspace

Gli utenti si lamentano del fatto che Apple voglia mantenere un controllo eccessivo sul nuovo iPod. Il chip non è legato al Drm, ma al controllo proprietario per gestire la trasmissione dei segnali

Settimana scorsa Apple ha lanciato il nuovo iPod Shuffle , ma un chip proprietario impedirebbe a cuffie di terze parti (e cioè non originale Apple) di funzionare bene. Si teme che Apple voglia forse mantenere un controllo eccessivo sul nuovo iPod, impedendo il perfetto funzionamento agli accessori non originali.

Il chip non ha niente da spartire con i famigerati Drm (Digital Rights management), ovvero i lucchetti digitali anti pirateria, tuttavia è legato con il controllo proprietario per gestire la trasmissione dei segnali.

Secondo alcuni blogger , Apple non vuole permettere a chiunque di creare controller alternativi, a meno che non acquistino chip da Apple per realizzare auricolari funzionanti sull’iPod Shuffle.

Leggi Gizmodo: Ecco perché i comandi sul cavo degli auricolari del nuovo iPod shuffle potrebbero non essere una buona idea

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore