Oggi è il giorno di iCloud

CloudManagementMarketingNetwork

Apple lancia iCloud con la nuova versione di iTunes 10.5. Ecco come funziona la nuvola per i dispositivi iOS, Mac e Pc

Oggi Apple rende disponibile iCloud con iTunes 10.5. iCloud sincronizza tutti i contenuti su tutti i dispositivi iOS, Mac e Pc. La nuvola porta iTunes nel cloud, per editare documenti su un dispositivo, vedere le modifiche da un altro e conservare foto tutto grazie ad iCloud. iTunes in the Cloud non è un tradizionale servizio di cloud computing ed è senza streaming, ma permette download automatici di acquisti su Mac o Pc Windows e su tutti i device equipaggiati con piattaforma iOS (iPhone, iPad e iPod Touch), oltre a consentire di scaricare acquisti precedenti su detti device ogni volta che si desidera. Inoltre aggiunge la sincronizzazione WiFi ai propri dispositivi iOS.

Inoltre iTunes Match permetterà ad iTunes di combaciare con la propria libreria su iCloud. iCloud sfrutta i server di Microsoft e Amazon. L’API di iCloud mette gli utenti in condizione di aggiungere nuove applicazioni alla sincronizzazione, come PhotoStream che invia alla nuvola tutto ciò che realizzate con la fotocamera e dalla nuvola di nuovo a cascata su tutti i vostri dispositivi, anche su Windows, nella cartella Immagini. Apple archivia in automatico le ultime 1000 immagini per 30 giorni e tutto ciò che si desidera conservare per sempre, deve essere trasferito in un album.

Secondo IHS iSuppli, i ricavi globali dei servizi dati in ambito Tlc cresceranno del 9.1% all’anno entro il 2015, il doppio della crescita del traffico tradizionale. I ricavi dati sono destinati a salire a 337.9 miliardi di dollari entro il 2015, contro i 218.1 miliardi di dollari nel 2010, pari al 30% del fatturato del traffico wireless.

Leggi anche GizmodoCosa rimane e cosa si perde nel passaggio da MobileMe ad iCloud

iCloud, tutto disponibile sulla nuvola

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore