Il Governo prepara il tavolo antipirateria

CyberwarSicurezza

I lavori si protarranno fino a novembre

L’avvio del tavolo antipirateria, proposto dal ministro delle Comunicazioni, Paolo Gentiloni, avverrà a fine ottobre, con la convocazione del tavolo stesso. Quindi i lavori si protarranno fino a novembre. Il ministro Gentiloni si prefigge di trovare “l’equilibrio tra norme repressive e forme di sensibilizzazione dei giovani e, in secondo luogo, una risposta forte dall’industria dal lato dell’offerta, che sia competitiva rispetto al downloading illegale”. Il Governo aveva già promesso un pacchetto di emendamenti per rafforzare le leggi vigenti in tema di copyright e contrasto della pirateria. Il tavolo era già stato annunciato a settembre, quando il ministro delle Comunicazioni Gentiloni aveva parlato di una soluzione contro la piaga della violazione del copyrigh t. Recentemente il leader del nuovo Partito Democratico, Walter Veltroni, ha parlato di revisione del copyright e Diritti della Rete, con un occhio a Wikipedia, al software libero e al giornalismo dal basso. Vedremo se il tavolo punterà su un nuovo giro di vite contro il file sharing illegale oppure cercherà una riforma della legislazione non a senso unico.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore