Il Governo promette 60 milioni per le Pmi

Workspace

Verrà creato un fondo speciale per aiutare le piccole medie imprese che
intendono investire in innovazione tecnologica.

Sessanta milioni di euro è la cifra che il Governo intende destinare alle piccole medie imprese italiane che intendono investire in innovazione. Questo è quanto è stato approvato recentemente dal Comitato dei ministri per la Società dell’informazione. Grazie a questo aiuto, ritengono gli esponenti di governo, è probabile si riesca a incentivare le imprese a rinnovarsi dal punto di vista tecnologico, mettendo in moto nel totale un miliardo e mezzo di euro di investimenti con una ricaduta positiva per migliaia di aziende. In pratica, con questa mossa, il Governo tutelerà le banche, assicurando loro la necessaria copertura per coprire i progetti che verranno finanziati. Gli istituti bancari sono restii in questo momento a dare soldi in prestito, perché non si sentono tutelati e non vogliono esporsi oltre certi limiti, soprattutto nei confronti delle aziende di medie e piccole dimensioni. Con il fondo il problema dovrebbe risolversi. Lucio Stanca, Ministro per l’innovazione, si ritiene soddisfatto del provvedimento preso. Le imprese, ribadisce il Ministro, potranno avere accesso ai crediti per poter investire in beni immateriali, come sono considerati quelli finalizzati a consulenze, brevetti e software, formazione e persino investimenti tecnologici, a causa del loro rapido invecchiamento. Il fondo assicura investimenti di importo compreso tra i 20mila e i 200mila euro per ogni singola azienda.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore